13-14-19 settembre, 11 ottobre 2014

MOZART SUBLIME con le Cameriste Ambrosiane e Rachel O’Brien
INGRESSO LIBERO

Dal Comunicato Stampa dell’Associazione EquiVoci Musicali, organizzatrice della rassegna I CONCERTI CLUNIACENSI:
“Con il patrocinio di Regione Lombardia e della Rete Italiana ed Europea dei Siti Cluniacensi il sostegno di Fondazione Cariplo e la collaborazione dell’Associazione Monti e Mousikè, EquiVoci Musicali propone la terza edizione della rassegna I CONCERTI CLUNIACENSI con la direzione artistica di Rachel O’Brien…
… L’associazione culturale EquiVoci Musicali continua la valorizzazione del patrimonio spirituale, artistico e
culturale dei siti Cluniacensi Lombardi attraverso una serie di concerti di qualità, ad ingresso libero, realizzati all’interno di questi luoghi ricchi di fascino e tradizione.
Grazie al contributo di Fondazione Cariplo, il sostegno dei siti ospitanti e il patrocinio di Regione Lombardia la rassegna, giunta alla sua terza edizione, amplia il suo raggio di azione andando a coinvolgere 11 siti rispetto agli 8 dell’anno scorso. Il calendario è ancora in fase di definizione a causa delle elezioni amministrative ma certamente lo sviluppo dei concerti, dopo l’anteprima di Cosio Valtellino, è previsto nei mesi di settembre e ottobre.
A Cosio Valtellino il concerto celebra il genio di Wolfgang Amadeus Mozart eseguendo noti brani tratti dal repertorio sacro e profano del grande compositore austriaco. Sul palco l’ensemble delle Cameriste Ambrosiane che si presenta
con un sestetto formato da un quartetto d’archi cui si aggiungono oboe e fagotto. Alla musica strumentale si alterna anche quella vocale con la presenza del mezzosoprano Rachel O’Brien che eseguirà l’Exultate Jubilate, il Laudate Dominum e l’Ave Verum alternati alle notissime armonie di Eine kleine Nachtmusik e al concerto per fagotto in Si bemolle maggiore K191…
… “In questa terza edizione dei Concerti Cluniacensi – sottolinea Rachel O’Brien, mezzosoprano e direttrice artistica di EquiVoci Musicali – abbiamo voluto estendere territorialmente la rassegna anche in prospettiva di Expo 2015 nonché dare maggiori opportunità ai giovani talenti artistici di esprimersi in questi luoghi straordinari patrimonio riconosciuto anche dal Gran Consiglio di Europa”